clicca per info

Segui Redazione Online Network su Facebook


Rifiuti Ingombranti
RIFIUTI INGOMBRANTI
NUMERO VERDE

TORITTO - 800.036.459
(attivo lun-ven 9:00-12:00)

Home Notizie Ultime Deceduto 85enne torittese, dopo un'odissea in ambulanza in coda al Pronto Soccorso

Condividi questa pagina con i tuoi amici

 

Deceduto 85enne torittese, dopo un'odissea in ambulanza in coda al Pronto Soccorso

PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione Online Network    Martedì 03 Novembre 2020 13:26

Pubblichiamo l'articolo del giornalista Nicola Banti da "Il Quotidiano Italiano - Bari" che narra l'odissea di un 85enne torittese per il ricovero in Ospedale, prima del decesso avvenuto dopo 12h.

 

Bari, 85enne deceduto dopo un’odissea per il ricovero. Il genero: “Denunciamo tutto non si può morire così”

Accettato in ospedale dopo un’intera giornata trascorsa in ambulanza, alla ricerca di un pronto soccorso che lo potesse prendere in carico e fornirgli le cure necessarie. L’emergenza sanitaria in atto per il coronavirus, purtroppo, è anche questo.

Vi abbiamo raccontato l’odissea, dall’esito purtroppo funesto, di un 85enne deceduto dopo essere stato prelevato dal 118 e trasportato prima al Pronto Soccorso dell’ospedale San Paolo e poi, al Miulli di Acquaviva. Abbiamo incontrato il genero dell’85enne.

Abbiamo intenzione di denunciare tutto – ci ha detto Giuseppenon è così che devono andare le cose, è venuta a mancare la dignità della persona. Le operatrici del 118 hanno dovuto lottare per convincere i medici ad accettare mio suocero, cosa avvenuta solo quando è arrivato l’esito del tampone, negativo”.

Stiamo parlando di un essere umano, che a quell’età è come un bambino. È come se avessimo preso un bambino e lo avessimo sballottato da una parte all’altra – conclude - Morire così non è possibile”.

Gli ospedali pugliesi sono sotto pressione, per i malati covid servono mille posti letto subito e 3mila entro fine novembre, come ha messo nero su bianco la stessa Regione, i ricoveri ordinari sono sospesi, il Policlinico è saturo e sbarellare i pazienti per 118 si rivela sempre più complicato, con le ambulanze che attendono in coda davanti al pronto soccorso, a cui si somma la disorganizzazione per sanificare i mezzi. Scene già viste nel nord Italia durante la prima ondata. Quello che si era temuto, a quanto pare sta veramente accadendo.

 

 

 

 

 

 

 

 

Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti. LA REDAZIONE NON E' RESPONSABILE DEI COMMENTI INSERITI: l'autore si assume tutte le responsabilità sul contenuto del proprio commento. I commenti diffamatori saranno consegnati alle autorità competenti, che potranno risalire agli autori dei messaggi. Per commentare tramite Facebook cliccare sul link al gruppo Facebook "Torittonline.it" (clicca qui).

Share
 

DEMOIL CARBURANTI

demoil

REDAZIONE ON LINE

alt
alt

Gruppo Grumonline su Facebook

Gruppo Torittonline su Facebook

 

Community Login

L'iscrizione è GRATUITA!

I nostri visitatori

Oggi656
Ieri1923
Questa settimana4675
Questo mese72138
Torittonline.it