clicca per info

Stella Revisioni-Officina

Nicola Stella - Revisioni - Elettrauto
Home Notizie Ultime ANCHE A TORITTO LA TRUFFA DEI DUE RUMENI CHE CHIEDONO SOLDI ALLA PARROCCHIA

ANCHE A TORITTO LA TRUFFA DEI DUE RUMENI CHE CHIEDONO SOLDI ALLA PARROCCHIA

PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione Online Network    Venerdì 21 Aprile 2017 07:23

L'Arcidiocesi di Bari-Bitonto ha pubblicato un avviso di truffa da parte di una coppia di rumeni va in giro per Parrocchie chiedendo soldi. L'episodio è avvenuto nella serata di giovedì 20 aprile 2017 anche alla Parrocchia di Toritto...

 

L'Arcidiocesi di Bari-Bitonto ha pubblicato un avviso di truffa da parte di una coppia di rumeni va in giro per Parrocchie chiedendo soldi.

In genere piangono la morte del figlio e chiedono soldi per poter celebrare il funerale o per portare la salma in patria (le versioni cambiano spesso, ma con una linea di approccio simile).

I due rumeni chiedono ai Parroci di poter fare un appello in Chiesa, appostandosi comunque all'ingresso delle Chiese puntando sull'effetto compassionevole della gente.

"Sono solo truffatori!!! Non acconsentite alle loro richieste e se possibile chiamate le forze dell'ordine prima che vadano via - si legge nel Comunicato dell'Arcidiocesi di Bari-Bitonto - Si chiede comunque la massima prudenza a tutti coloro che, anche telefonicamente, chiedono aiuto per svariati motivi con una richiesta di invio di denaro attraverso una ricarica Postepay".

L'episodio è avvenuto anche presso la Parrocchia San Nicola di Toritto, come denuncia sui social network il Vice Parroco, don Alessandro D'Angelo: "Hanno aspettato me in sagrestia questa sera (ndr: giovedì 20 aprile 2017) prima della Messa dicendomi solo: "è morto nostro figlio Davide di nove anni per favore dica un eterno riposo durante la Messa". Nel mentre della celebrazione mi è venuta in mente la notizia degli scorsi giorni e non ho detto nulla. Lui dopo la Comunione ha cominciato ad urlare: "mio figlio è morto, pregate per Davide, dateci soldi per la bara...ecc ecc". Ho terminato in fretta e dalla sagrestia ancora con i paramenti addosso ho condotto fuori lui e la donna accanto. È un uomo alto e robusto e lei una donna di mezza età con una giacca di tuta azzurra che ha finto bene di piangere durante tutta la Messa. I Carabinieri una volta informati mi hanno chiesto di avvertire i sacerdoti dei paesi della diocesi e di non esitare a chiamarli".

 

 

 

 

 

Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti. LA REDAZIONE NON E' RESPONSABILE DEI COMMENTI INSERITI: l'autore si assume tutte le responsabilità sul contenuto del proprio commento. I commenti diffamatori saranno consegnati alle autorità competenti, che potranno risalire agli autori dei messaggi. Per commentare tramite Facebook cliccare sul link al gruppo Facebook "Torittonline.it" (clicca qui).

Share
Ultimo aggiornamento Domenica 07 Maggio 2017 09:07
 

REALIZZAZIONE SITI WEB

Vai su WebInvent

REDAZIONE ON LINE

alt
alt

Gruppo Grumonline su Facebook

Gruppo Torittonline su Facebook

 

Community Login

L'iscrizione è GRATUITA!

I nostri visitatori

Oggi3076
Ieri3808
Questa settimana22064
Questo mese76266
Torittonline.it